Teatro Sociale

Gli Oblivion in "OTHELLO, la H è muta"(ph. di Aliberti & Pomposo)
Teatro Sociale
martedì 31 dicembre 2013 - ore 21.00 -Teatro Stabile del F.V.G. e Malguion s.r.l.
OBLIVION "OtHello, la H è muta" (Spettacolo Fuori abbonamento)

testi di Davide Calabrese e Lorenzo Scuda
consulenza registica Giorgio Gallione
arrangiamenti musicali Lorenzo Scuda
Gli Oblivion sono:Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni
Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli

al piano Denis Biancucci

Varietà di linguaggi, "esercizi di stile" e tante citazioni pop per uno show che non mancherà di divertire e conquistare ogni tipo di pubblico teatrale, dal più esigente al più scanzonato

In "Othello, la H è muta" gli Oblivion - ovvero Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, LorenzoScuda e Fabio Vignarelli  - demoliscono a colpi di grottesca ironia sia l'Othello di Shakespeare che l'Otello di Verdi in uno show in cui, oltre a cantare, recitano e si dirigono, con musiche tutte dal vivo e un soggetto unico. Al loro fianco sul palco, il maestro Denis Biancucci, sesta entità di questo delirio teatrale, che li accompagna al pianoforte e ingaggia con loro anche un esilerante match a colpi musicali. La consulenza registica è di un grande nome del teatro italiano: Giorgio Gallione.

In novanta minuti il quintetto gioca a tutto campo con arie d'opera, canzoni pop, citazioni irriverenti e gag esileranti. Le vicende di Otello, Desdemona, Cassio e Iago vengono rivisitate passando per Elio e le Storie Tese, Gianna Nannini, Lucio Battisti, Rettore, i classici Disney, l'Ave Maria (quella di Shubert ma non solo...), Little Tony, Pupo e molti altri. Nello stesso modo anche le arie di Verdi vengono riviste e mix<ate con il coro della Champion League, con Freddy Mercury, con l'Hully Gully, mentre i testi di Shakespeare vendgono riscittitti in stile Ligabue, Vasco Rossi, Dario Fo.

"Othello, la H è muta" diventa uno spasso nel quale, la parodia, genere teatrale del quale gli Oblivion sono maestri, non riguarda solo le vicende, ma si estende alle note di Verdi e alle parole di Boito e Shakespeare.

 
 

Prezzi biglietti: Platea € 40,00 - galleria centrale € 30,00 - galleria laterale € 20,00